Esprimiamo con questo intervento estrema vicinanza alla famiglia di Sofia Stefani, la giovane vigilessa uccisa da un ex collega ad Anzola dell’Emilia la scorsa settimana. 

In particolare ci stringiamo attorno ad Angela e Bruno, genitori di Sofia, con i quali abbiamo condiviso in questi anni tanti momenti di impegno politico, pensiero ed emozioni, a partire dall’impegno nel difendere la pace e la non violenza, cause che li vedono come attivisti in prima linea nella nostra città. 

Auspichiamo che presto sia fatta giustizia arrivando a comprendere le dinamiche dell’omicidio.